E. A. MARIO

E. A. Mario, pseudonimo di Giovanni Ermete Gaeta nacque da una modesta e povera famiglia di Pellezzano il 5 maggio 1884. La famiglia si trasferì poi a Napoli in un basso di Vico Tutti i Santi, in uno dei quartieri più popolari della città, quartiere Vicaria. Il padre, Michele Gaeta, era barbiere e la madre, Maria della Monica, una casalinga.

 È stato un paroliere e compositore italiano, autore di numerose canzoni di grande successo, come La canzone del Piave. Alcuni brani furono composti in lingua italiana, altri in lingua napoletana; di essi, quasi sempre, scriveva sia i iesti che la musica.

È sicuramente da annoverare, insieme a Salvatore Di Giacomo, Ernesto Murolo e Libero Bovio, tra i massimi esponenti della canzone napoletana della prima metà del Novecento ed uno dei protagonisti indiscussi della canzone italiana dal primo dopo guerra agli anni cinquanta, sia per la grandissima produzione - dovuta alla sua felice ed inesauribile vena poetica- che alla qualità delle sue opere. Si spense a Napoli il 24 giugno 1961, giorno del suo onomastico. Aveva settantasette anni.

Descrizione immagine

Alcune sue composizioni pubblicate su "Il Castello":