LONGO

 

          Il De Crescenzo nel suo Dizionario Storico Salernitano.

Famiglia di Cava, che ha dato:

  -Gentile. Capeggiò la ribellione dei cavesi al monastero benedettino dela SS. Trinità, che aveva ancora diritti feudali nella vallata metelliana, e mise a sacco e a fuoco la vetusta Badia, uccidendo parecchi monaci. Sec.XV;

-Federico. Dottore e Fiscale della Regaia Camera. Il re Filippo II lo mandò a Vienna perchè sostenesse le sue ragioni sul ducato di Bari. Morì per istrada a Vanezia;

-Giosuè e Marino. Duci di cinquecento volontari cavesi che, con ordinato impeto, attaccando le milizie angioine vincitrici a Sarno, salvarono il re Ferdinando, che potè ritirarsi per poi riordinare i suoi affari e le sue forze decimate dalla guerra. Cava ebbe concessioni da quel re per il servisio resogli da questi due fratelli.

 

Ricordiamo Ido  che nel 1250 fu ammiraglio della flotta dell’Imperatore Federico II.

La casa della sua famiglia era a S. Arcangelo per questo il comune di Cava intitolò a suo nome la strada che congiunge S. Arcangelo a Passiano.